NON SIAMO SCIMMIE!

Il potere della mente per il controllo della propria vita

L’attività del cervello umano, studiata dalle neuroscienze, crea la mente e le sue funzioni psichiche. Parlo dell’organo più complesso del nostro sistema nervoso e la maggior parte delle persone lo considera solo a livello biologico, dimenticando il dono più grande che ci offre e che ci distingue dal mondo animale: la psiche, il fulcro della nostra Essenza.

Il cervello ha 100 miliardi di neuroni e si divide in diverse aree con funzioni ben precise. Immagina di avere nella testa un grosso territorio suddiviso per zone nelle quali vengono gestite le funzioni vitali, gli istinti primari (come la paura), le emozioni, la memoria, ecc. E i pensieri da dove vengono?

Dall’inconscio e dalla mente razionale.

Nascosta e difficile da raggiungere è la parte inconscia della mente, quella delle emozioni e dei desideri. Immaginala come una stanza chiusa con un grosso lucchetto. Dentro ci trovi i tuoi conflitti interiori insieme ai brutti ricordi gettati lì dalla mente razionale (perché non vuole ricordarli). Quest’ultima invece è come il volante di un’auto con la quale conduci la tua esistenza e controlli qualsiasi possibile azione o movimento volontario. Con lei fai ragionamenti e decidi ogni cosa anche se purtroppo o per fortuna è condizionata da fattori esterni.
La mente razionale si è sviluppata nel corso della tua vita con l’ambiente in cui vivi e a cui ti sei adeguato ed è stata influenzata dagli insegnamenti che hai ricevuto.

Solo la ragione però ha la chiave d’accesso alla porta dell’inconscio, quindi se la sai usare puoi vivere una vita completa e autentica. Se vuoi essere felice devi utilizzare il tuo ego per raggiungere la conoscenza dei tuoi desideri più profondi.

Perché bisogna conoscere le esigenze ancora inappagate?
È il motivo per il quale vivi quotidianamente con tensioni, sensazioni e addirittura possibili sintomi psicosomatici. Quello che pensi (più in profondità) si traduce in emozione o sensazione che trasmetti con il tuo corpo. Un esempio eclatante è l’ansia: se non conosci il desiderio inappagato da cui deriva, col tempo può diventare una vera e propria malattia. Spesso anche la depressione, che ne è la sua cronicizzazione, è l’ultimo avviso dell’inconscio per la tua mente razionale che sta andando nel verso sbagliato.

A tal proposito voglio citare l’esperienza di vita del famoso attore Jim Carrey che stimo tantissimo. Jim è caduto in una fortissima depressione e ne è uscito fuori sospendendo l’assunzione degli psicofarmaci, i quali inibiscono le emozioni, e cercando la reale causa con lucidità mentale, riprendendo così il controllo della sua mente. La cura farmacologica può aiutare ad affrontare il problema ma non a curarlo definitivamente. Salvo casi di malattia a livello neurologico, il farmaco cura il sintomo e non la causa. Il turbamento emotivo alla base del problema va rivissuto e accettato per essere infine superato. Il famoso attore dice: «La depressione è il tuo Io che ti avverte di essere stanco di interpretare un ruolo che non gli appartiene». Esprimendo finalmente il vero se stesso, dopo una vita di maschere da indossare sotto i riflettori di Hollywood, è riuscito a guarire da quel malessere.

Il discorso può essere ampliato con altre possibili cause quali traumi, lutti, ecc. In ogni caso tutto dipende da come la tua mente filtra quell’esperienza, che può essere più o meno forte a seconda del modo che hai di vedere la realtà. Conciliare mente razionale e inconscio è comunque fondamentale per avere il giusto equilibrio e non perdere il controllo di se stessi.


Governa la tua mente o lei governerà te.
(Horace Mann)

La vita è come una cascata che ti travolge e tu puoi scegliere se farti trasportare dalla corrente o avere il tuo percorso al di fuori di essa. Come? Seguendo il flusso dei tuoi pensieri e desideri. La mente è immensa ed è un mondo infinito da esplorare. Se riesci ad accedere alle tue vere aspirazioni, sarai libero di scegliere la tua vita.

Impara a concentrarti sul momento presente e a volte soffermati sul perché di alcune determinate azioni. In questo modo puoi capire come sono stati creati i tuoi condizionamenti (a livello logico-razionale) e riprogrammarli se non in sintonia con il tuo Io (l’inconscio). Per esempio chiediti perché scegli un determinato oggetto piuttosto che un altro e ad ogni risposta poniti un’ulteriore domanda fino ad arrivare alla radice. Magari scoprirai di avere una predilezione per una specifica cosa solo perché piace ai tuoi genitori. Può sembrare banale ma conoscere i meccanismi della mente, in particolare del pensiero, è fondamentale per vivere in maniera autentica.

Amplia e migliora gli schemi mentali costruendo la tua autonomia personale. Esci dalla dimensione degli inutili rimpianti e rimorsi e delle aspettative non realistiche che ti poni. Vivere nel passato e aspirare a un futuro “perfetto” è un errore comune che distoglie l’attenzione dal proprio potenziale.

Dirigi il focus sul qui e ora, scegli cosa portare con te in questo viaggio: chi e cosa lasciare e/o inserire nella tua vita.

Affidati a te stesso senza cercare più l’approvazione dell’altro: nessuno all’infuori di te può capire le tue esigenze più profonde. Prenditi la responsabilità delle tue azioni e sfrutta il potere interiore per vivere in equilibrio con la tua Essenza.

Se conosci bene la mappa della tua mente, saprai superare ogni ostacolo e ritrovare sempre il cammino.

Sandra Ceresini

Lettura consigliata:

  • Le vostre zone erronee, Wayne Dyer

Ti consiglio di vedere questo video: